8 giugno 2018

Olio extravergine di oliva, proprietà, caratteristiche e benefici per la salute

E’ il condimento  principe per sapore, fragranza ma anche per le tante virtù salutari: l’olio extravergine di oliva è amico del cuore, antitumorale e alleato della giovinezza.

Conosciuto e usato fin da tempi antichissimi, l’olio di oliva è il grasso più usato nella dieta mediterranea ed è l’unico olio ad essere prodotto solamente spremendo le olive, senza l’aiuto di solventi chimici o altri interventi industriali, come accade invece per altri oli o grassi vegetali.

Acidi grassi monoinsaturi, patrimonio dell’olio di oliva ed in particolare dell’ extravergine

L’olio extravergine d’oliva è il condimento con il miglior equilibrio di grassi, è ricco di acidi grassi monoinsaturi, per la prevenzione dei disturbi cardiovascolari, e povero invece di grassi saturi,responsabili dell’aumento dei livelli di colesterolo nel sangue. Abbonda in acido oleico che previene le lesioni arteriose e riduce il rischio di infarto, ictus, trombosi e coronaropatie in genere. Inoltre grazie ai grassi monoinsaturi sopporta bene la cottura, raggiungendo temperature anche elevate (ad esempio nelle fritture) senza dar luogo alla formazione di sostanze nocive .L’olio extravergine di oliva è il solo condimento che si inserisce nello svezzamento dei lattanti perché contiene grassi polinsaturi essenziali w6 ed w3 in corretto rapporto tra loro, analogamente a  quanto avviene nel latte materno.

Polifenoli, barriera contro l’ossidazione

A distinguere gli oli extravergini dagli altri oli è anche il contenuto di polifenoli, antiossidanti molto particolari.Solitamente l’olio si trova all’interno di un seme, contrariamente nelle olive è concentrato soprattutto nella polpa, questa rappresenta un ambiente instabile a causa della presenza di acqua ed enzimi così come accade anche per  i grassi che si trovano nell’ambiente acquoso delle nostre cellule. A questo punto entra in campo l’importanza dei POLIFENOLI , i difensori dei grassi buoni in quanto  potentissimi antiossidanti naturali proteggono l’integrità delle membrane cellulari, garantendo una difesa contro la formazione e lo sviluppo di molti tipi di tumori, e sembra siano anche in grado di contrastare la perdita di memoria e l’alterazione delle altre funzioni cognitive legata all’invecchiamento. I polifenoli hanno un sapore amaro e piccante quindi se in un olio si ritrovano queste due note di sapore, significa che i polifenoli sono presenti.

Vitamina E, nel giusto equilibrio

L’olio extravergine di oliva è una fonte naturale di vitamina E, un potente antiossidante che protegge le membrane cellulari dai processi d’invecchiamento. Per questa sua proprietà è considerata la vitamina della bellezza. Più un alimento è ricco di grassi ossidabili più necessita di quantità di vitamina E per poterli proteggere dalla formazione di radicali liberi pertanto  deve essere presente in un rapporto equilibrato con l’acido linoleico, ovvero in una misura superiore a 0.79. Mentre nella maggior parte degli oli di semi tale rapporto varia tra 0,30 e 0,50, nell’olio extravergine di oliva, tale rapporto è pari a 1,87.

Squalene contro i tumori della pelle

Lo squalene, una sostanza che abbonda nell’olio d’oliva (ancor più nel fegato dello squalo, da qui il nome) risulterebbe efficace nel contrastare i tumori della pelle.

 

 

Fonte:

https://www.lifegate.it/persone

 

Tags: , , , , , , , , , , ,

Precedente

Sapone all’olio di oliva fatto in casa

Successivo

Il valore della solidarietà