Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /web/htdocs/www.olioboeri.com/home/wp-content/themes/boeri2016/archive.php on line 3
Riviera Ligure | Olio Boeri Riviera Ligure – Olio Boeri

Shop Boeri


Warning: include(/web/htdocs/www.olioboeri.com/home/wp-content/themes/boeri2016/primary-sidebar.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.olioboeri.com/home/wp-content/themes/boeri2016/archive.php on line 13

Warning: include(/web/htdocs/www.olioboeri.com/home/wp-content/themes/boeri2016/primary-sidebar.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.olioboeri.com/home/wp-content/themes/boeri2016/archive.php on line 13

Warning: include(): Failed opening '/web/htdocs/www.olioboeri.com/home/wp-content/themes/boeri2016/primary-sidebar.php' for inclusion (include_path='/web/htdocs/www.olioboeri.com/home/wp-content/plugins/backwpup/vendor/pear/archive_tar:/web/htdocs/www.olioboeri.com/home/wp-content/plugins/backwpup/vendor/pear/console_getopt:/web/htdocs/www.olioboeri.com/home/wp-content/plugins/backwpup/vendor/pear/http_request2:/web/htdocs/www.olioboeri.com/home/wp-content/plugins/backwpup/vendor/pear/mail_mime:/web/htdocs/www.olioboeri.com/home/wp-content/plugins/backwpup/vendor/pear/mail_mime-decode:/web/htdocs/www.olioboeri.com/home/wp-content/plugins/backwpup/vendor/pear/net_url2:/web/htdocs/www.olioboeri.com/home/wp-content/plugins/backwpup/vendor/pear/pear-core-minimal/src:/web/htdocs/www.olioboeri.com/home/wp-content/plugins/backwpup/vendor/pear/pear_exception:.:/php5.6/lib/php/') in /web/htdocs/www.olioboeri.com/home/wp-content/themes/boeri2016/archive.php on line 13

post taggato come ‘Riviera Ligure’

Volete fare il pesto genovese al mortaio? Ecco qui le istruzioni !

marzo 9th, 2018 | Ricette | 0 Commenti

Ingredienti:
4 mazzi di Basilico Genovese DOP, 40 gr di Parmigiano Reggiano DOP, 20 gr di Pecorino Sardo DOP, una manciata di pinoli, due spicchi di aglio di Vessalico (presidio Slow Food), sale grosso, olio extravergine di oliva Riviera Ligure DOP.                                                                                                                                                                                                                                                           Preparazione:
Lavate e fate asciugare le foglie di basilico, facendo attenzione a non schiacciarle. Mettete l’aglio e i pinoli nel mortaio di marmo o di pietra e pestate con un “pestello” di legno. Aggiungete sale e continuate a pestare e sarà l’unica fase in cui veramente “si pesta”; aggiungete progressivamente le foglie asciutte del basilico e iniziate un movimento rotatorio del pestello: sentirete gli aromi tipici del basilico, sprigionati all’intorno. Aiutatevi ruotando il mortaio per i suoi bolzoni o “orecchie”. Aggiungete quindi i due formaggi grattugiati. Lavorate il tutto sino ad ottenere un composto omogeneo. Diluite con olio versato a filo. Versate in una terrina e con un cucchiaio di legno e amalgamate con il restante olio, soprattutto se ritenete che il pesto sia asciutto. 

Fonte:  http://www.oliorivieraligure.it/

Brandacujun: Ricetta tradizionale Ligure

gennaio 25th, 2018 | Ricette | 0 Commenti

 

Il Brandacujun è un piatto tipico della Riviera di Ponente, viene preparato come antipasto a base di ingredienti tipici liguri: lo stoccafisso, o più raramente il baccalà e le patate lessate, il tutto condito con Olio Extravergine di Oliva Taggiasca. Una crema deliziosa che può essere accompagnata da pane tostato e perchè no, anche da un buon Vermentino DOC Ligure!

La ricetta tradizionale del Brandacujun

Ingredienti

1 kg di stoccafisso già ammollato
750 g di patate
Acqua fredda q.b.
Prezzemolo, un ciuffetto tritato
Aglio, uno spicchio tritato
Sale q.b.
Olio Extra Vergine di Oliva DOP
Pepe nero

 

Preparazione

Mettere in ammollo lo stoccafisso per almeno 48 ore in modo tale da dissalarlo completamente.
Tagliarlo a tranci di 2-3 centimetri e riporlo in un tegame abbastanza capiente.
Ricoprirlo di acqua fredda.
Salare leggermente e portare ad ebollizione.

Pelare e tagliare in pezzi le patate e aggiungerle al pesce non appena l’acqua bolle.
Lasciare in cottura a fiamma media per 30 minuti circa.
Scolare e lasciare intiepidire per poter rimuovere pelle e lische allo stoccafisso.

Con un mestolo di legno amalgamare il preparato aggiungendo un trito di prezzemolo, aglio e olio extravergine di oliva.
Aggiustare di sale. Coprire la pentola con un coperchio e fissare le due parti assicurandosi che rimangano ben salde l’una all’altra.

E qui il movimento tipico della preparazione di questo piatto, che ne suggerisce anche il nome: scuotere la pentola dall’alto al basso e in senso rotatorio per far amalgamare e insaporire bene tutti gli ingredienti. Non appena il composto assomiglierà ad una purea grossolana sarà pronto.

Servire tiepido con una macinata di pepe nero e Olio Extravergine di Oliva Taggiasca.

Sardenaira – Ricetta ligure

novembre 16th, 2017 | Ricette | 0 Commenti

 

La Sardenaira nasce nel Ponente Ligure nella città di Sanremo. A causa del suo aspetto, spesso si scambia per una pizza ma, provate a dirlo ai veri cultori, sicuramente non ne saranno contenti. La Sardenaira di Sanremo è composta da una base di focaccia su cui viene stesa un abbondante strato di salsa di pomodoro rigorosamente crudo che deve essere cucinato con: Olio Extra Vergine di Olivaaglio, capperi, origano, olive taggiasche e filetti di acciughe.

 

INGREDIENTI

Per la pasta:

  • 300 g di farina 00
  • 200 ml di acqua tiepida
  • 1/2 cubetto di lievito di birra
  • 3 cucchiai di Olio Extra Vergine di Oliva Boeri
  • Un pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero

Per condire:

Che la stagione olearia 2017/2018 abbia inizio!

ottobre 2nd, 2017 | News | 0 Commenti

 

E’ finalmente arrivato il momento tanto atteso: l’inizio della stagione olearia 2017/2018. La Famiglia Boeri vi aiuterà a trasformare le vostre olive nell’“olio verde”, elisir di benessere e componente importantissimo della dieta Mediterranea.

Come avviene l’estrazione dell’olio?

Frangitura: Frangere vuol dire letteralmente rompere: in questa fase infatti la polpa e i noccioli delle olive vengono lacerati a fondo attraverso le molazze (l’antica macina dalle ruote di pietra).

Gramolatura: Consiste in un continuo e prolungato rimescolamento della pasta di olive proveniente dalla frangitura (o molazzatura). Ciò favorisce l’unione delle goccioline d’olio in gocce sempre più grandi, tali che queste si separino più facilmente dalla parte solida nella fase seguente.

Spremitura: Una volta pronta la pasta di olive si procede alla fase dell’estrazione vera e propria, che porta alla separazione delle tre componenti: olio, acqua e sansa. Separazione olio/acqua di vegetazione.

Infine si otterà un olio verde intenso, appena velato con un profumo delicato ed avvolgente. Le papille gustative ringrazieranno sicuramente!